Sei qui: Home News Si apre il XVI° Festival INternazionale di Archeologia per ragazzi

Si apre il XVI° Festival INternazionale di Archeologia per ragazzi

PDF Stampa E-mail

Venerdì 5 luglio dalle 20.30 si apre il programma degli eventi del XVI° Festival Internazionale di Archeologia per ragazzi con il secondo appuntamento del progetto  "Le vie dell'archeologia" teso a promuovere il patrimonio archeologico delle città di Poggiardo (con l'antica città messapica di Baxta), di Monasterace (Rc) (antica città magno greca di Kaulon) e Taranto (tra le più potenti città magno greche). Spettacolare l'apertura della XVI^ edizione con un corteo per le vie della città composto dai ragazzi partecipanti al Festival e oltre 50 tra figuranti dell'Associazione Culturale "Maria D'Enghien" e sbandieratori di Carovigno in costumi d'epoca che, in piazza Umebrto I,  daranno vita ad uno spettacolo imperdibile. Particolramente ricca risulta essere anche quest'anno la Rassegna di Teatro per Ragazzi, che, grazie alla consolidata collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, presenta alcune delle migliori compagnie del panorama nazionale del teatro per ragazzi.

 

INAUGURAZIONE

VENERDÌ 5 LUGLIO ore 20.30
centro storico - piazza Umberto I
Inaugurazione XVI^ edizione e seconda tappa del progetto “Le vie dell’archeologia”
con il corteo storico Principessa “Maria D’Enghien” e lo spettacolo degli sbandieratori di Carovigno.

RASSEGNA DI TEATRO PER RAGAZZI Località SS.Stefani - Vaste di Poggiardo

Sabato 6 luglio ore 21.15
Cie Zerogrammi (Torino)
ZEROGRAMMI
di e con Stefano Mazzotta ed Emanuele Sciannamea

In scena due attori, tra Cochi e Renato e Stanlio e Ollio, tra Marcel Marceau e Merce Cunningham. Teneri matti di paese con buffi berretti che servono per volare senza staccarsi da terra e poi planare sulla vita quotidiana, quella delle piccole cose, di cui non ci si deve dimenticare. Una fresca commistione di generi: danza contemporanea, teatro, clownerie, mimo, sketch da film muto, perfettamente sposati alla musica. Due mimi e danzatori contemporanei, ma pure di tango, se alla radio suona "Besame mucho".
Genere: teatrodanza età consigliata dai 5 anni

Teatrofficina Zerogrammi è costituita nel 2006 dai coreografi e danzatori Stefano Mazzotta ed Emanuele Sciannamea, diplomati presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano. Dopo un periodo di collaborazione in qualità di danzatori con artisti fra cui Ismael Ivo, Monica Casadei, Susanna Beltrami, iniziano proprio con “Zerogrammi” il loro percorso coreografico.


Domenica 7 luglio ore 21.15
Crest (Taranto)
LA STORIA DI HANSEL E GRETEL
testo Katia Scarimbolo
scene luci e regia Michelangelo Campanale
con Catia Caramia, Paolo Gubello, Marianna Di Muro, Luigi Tagliente
tecnico luci Vito Marra

E’ da una credenza popolare che trae origine la fiaba di Hansel e Gretel che offre spunti importanti per riflettere su temi attuali come la paura dell’abbandono, l’importanza della relazione per sconfiggere le avversità, la paura di crescere e separarsi dalle persone care. Uno spettacolo sospeso tra realtà e favola, per fare in modo che i bambini imparino a dare valore alle cose e soprattutto alla loro capacità di discernere e conquistarle, a superare la dipendenza passiva, quella dai genitori e quella... dall’abbondanza.  

età consigliata dai 5 agli 11 anni
tecnica utilizzata: teatro d’attore

CREST Collettivo di Ricerche Espressive e Sperimentazione Teatrale, nasce nel 1977 e si distingue per un lavoro che cerca di coniugare i linguaggi della tradizione con quelli della ricerca teatrale contemporanea. Dal 1992 il CREST è inserito dalla presidenza del Consiglio dei Ministri nell’elenco delle “compagnie che svolgono ad alto e qualificato livello attività nel campo del teatro per l’infanzia e la gioventù”.  


Lunedì 8 luglio ore 21.15
Teatro Kismet (Bari)
LA PRINCIPESSA SUL PISELLO
Storia di una falsa Principessa e di una Principe rockettaro

Testo e regia di Lucia Zotti con Monica Contini, Deianira Dragone, Nico Masciullo
Oggetti di scena Lisa Serio Musiche originali Nico Maciullo Lucia Zotti
Progetto luci Gianvito Marasciulo
Progetto scenografico Zotti Masciullo Contini Dragone

L’incontro, la scoperta di sé e del proprio destino, il superamento di prove grazie all’intuito e all’intelligenza, da parte di un principe rockettaro e di una ‘falsa’ principessa.  La principessa sul pisello è una fiaba che mescola antico e moderno, troni e regine con viaggi in autostop e avventure metropolitane, e ci racconta del bisogno di staccarsi dal nido familiare e fare esperienza del mondo, degli ostacoli da superare per crescere, della possibilità che forza e fragilità, coraggio e timidezza possano convivere.  
età consigliata: per tutti a partire dai 7 anni
tecnica utilizzata: teatro d’attore

La storia della compagnia del Teatro Kismet è una storia lunga e articolata, che ha le sue radici agli inizi degli anni Ottanta. A partire dalla formazione con il maestro Carlo Formigoni, il curriculum della compagnia vede numerosi innesti, incontri e contaminazioni con nomi importantissimi del teatro nazionale ed internazionale. viene riconosciuto Stabile d'Innovazione per l'Infanzia e la Gioventù dal MIBAC nel 1996.


Martedì 9 luglio ore 21.15
Burattini al chiaro di luna (Conversano)
L’AVVENTURA DI PULCINELLA
di e con Massimiliano Massari
costumi: Simona Traversa

Riuscirà quel pasticcione di Pulcinella a fare ritorno a casa, dalla moglie Teresina, possibilmente dopo aver trovato un lavoro, come lei gli ha imposto? Sembrerebbe impossibile, ma i colpi di scena, quando si tratta di Pulcinella, sono sempre in agguato.
La storia prenderà un risvolto noir, conducendo il nostro eroe sempre più in basso, fino all’Inferno, dove, naturalmente, riuscirà a farla franca persino col diavolo.

età consigliata: dai 4 anni
genere: teatro di figura e attore

La compagnia Burattini al chiaro di luna fonda le proprie radici dal lavoro decennale del suo ideatore, Massimiliano Massari, scenografo e burattinaio. E’ stata premiata con vari riconoscimenti nazionali come i premi “Silvano d’Argento” nel 2001 e “Silvano d’Oro” nel 2004.



Mercoledì 10 luglio ore 21.15
Burambò (Foggia)
UNA STORIA CHE NON STA NE’ IN CIELO NE’ IN TERRA
di e con Daria Paoletta

Raccontare una storia è un'arte antica tra le più affascinanti.  Questa leggenda tarantina è una foto in bianco e nero. L'attrice Daria Paoletta, racconta la vita di un paese di mare della Puglia, ai tempi in cui le donne usavano portare i capelli raccolti e le spalle avvolte in scialli neri, la storia di Cataldo e Marionna. Eppure, il passato si riscopre essere presente e l'attrice in scena, utilizzerà mezzi semplici e diretti, quali la voce, il corpo e qualche oggetto per creare suggestioni e ambientazioni sempre nuove.

età consigliata: per tutti dai 6 anni
tecnica utilizzata: teatro di narrazione

La Compagnia Burambò nasce a Foggia nel 1996 con Daria Paoletta e Raffaele Scarimboli, che dopo una lunga esperienza di Teatro per Ragazzi approdano ad un Teatro di figura rivolto non solo ad un pubblico di bambini approfondendo poi sempre più la ricerca di materiali e tecniche sperimentali.


INGRESSO: 3 EURO

Info:
Studio Chora 339.4005751
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ufficio Cultura Comune di Poggiardo
0836.909812/909819
www.comune.poggiardo.le.it




 

COOKIES POLICY: Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri o di altri siti. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su leggi. Continuando a navigare nel sito accetti i cookies To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information